Bando Regionale per il Turismo Rurale

bando regionale per il turismo rurale

Intervento a sostegno degli investimenti per la creazione e lo sviluppo di attività extra agricole

È in scadenza il 30.09.2017 la presentazione delle domande di accesso ai finanziamenti del Bando Regionale sviluppato all’interno del Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020 a sostegno agli investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole.

La Regione Veneto mette in campo uno strumento finanziario a sostegno degli investimenti atti a migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiarne la ristrutturazione, l’ammodernamento e la diversificazione delle attività, nonché ad aumentare la quota di mercato e l’orientamento al mercato.

L’intervento è rivolto esclusivamente ad attività presenti nel territorio regionale.

Condizioni di ammissibilità agli interventi:

  • Per l’ammissione l’attività agricola deve essere ubicata nel territorio regionale e realizzare gli interventi all’interno di beni fondiari di proprietà del richiedente o con regolare contratto di affitto.
    Avere i requisiti per l’esercizio delle attività di turismo rurale.
  • Condurre l’azienda per almeno 5 anni dalla data di pubblicazione sul BUR del decreto di concessione dell’aiuto.
  • Presentare la relativa S.C.I.A. di inizio attività al S.U.A.P. del Comune entro la conclusione degli investimenti stessi. I requisiti previsti per l’esercizio dell’attività di turismo rurale devono essere mantenuti per tutto il periodo di stabilità dell’operazione finanziata.

Gli interventi ammissibili sono

Interventi finalizzati alla diversificazione delle attività e delle funzioni svolte dall’impresa agricola in attività extra agricole, in particolare la creazione o l’ampliamento delle seguenti funzioni dell’impresa agricola:

  • Tutti i costi per investimenti strutturali destinati alla realizzazione di alloggi per la ricezione turistica, acquisto di nuovi macchinari e attrezzature, acquisto o sviluppo di programmi informatici, realizzazione di siti internet e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali.
  • Ristrutturazione, ampliamenti a volume tecnico e ammodernamento di fabbricati finalizzati alla realizzazione di stanze e/o locali per lo svolgimento dell’attività di ricezione turistica o al loro adeguamento agli standard previsti dalle norme specifiche, anche ai fini dell’autorizzazione all’esercizio.
  • Presentazione di un Progetto che dimostri la creazione o sviluppo delle attività di diversificazione.

Importo del bando

Per ristrutturazioni ed ammodernamenti di beni immoblili, l’aliquota dell’aiuto rispetto alla spesa ammessa corrisponde al 50% per le zone montane e al 40% per altre zone.

Per il resto delle spese ammissibili, l’agevolazione è pari al 45% per le zone montane e al 35% per altre zone.

L’importo minimo di spesa ammissibile per domanda è pari a €8.000,00 nelle zone montane e a €15.000,00 nelle altre zone).

Per conoscere maggiori dettagli sui criteri di ammissibilità puoi contattarci senza impegno inviandoci un messaggio dal nostro modulo contatti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *