Voucher internazionalizzazione e innovazione

voucher internazionalizzazione

Buoni per l’internazionalizzazione e l’innovazione delle PMI del Veneto

Anche il Programma Operativo Regionale FESR adotta il sistema dei Voucher

Con i Voucher per l’internazionalizzazione e l’innovazione, la Regione intende sostenere il sistema imprenditoriale veneto nello sviluppo dei processi di penetrazione o consolidamento nei mercati esteri, così come nelle attività di progettazione e sperimentazione di soluzioni innovative.

Nello specifico i voucher sono interventi finanziari che possono portare un notevole vantaggio allo sviluppo e l’organizzazione delle attività commerciali.

Voucher: i nuovi strumenti operativi a sostegno delle PMI

Chi può beneficiare dei voucher

Possono presentare domanda di sostegno per entrambe le tipologie di voucher le micro, piccole e medie imprese (PMI) del Veneto regolarmente costituite, iscritte nel registro delle imprese e attive presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio.

In che cosa consiste il contributo

Il sostegno, in forma di contributo in conto capitale (cioè a fondo perduto), è concesso mediante l’erogazione di voucher, ovvero buoni nominativi di importo prefissato per l’acquisizione di servizi specialistici per l’internazionalizzazione e l’innovazione da parte delle imprese beneficiarie.

L’importo dei voucher va dai €750 ai €7.500 a copertura del 50% o il 75% delle spese sostenute. Il valore è determinato in relazione alla tipologia di servizi che l’impresa intende acquistare per la realizzazione del progetto.

Le PMI possono richiedere fino ad un massimo di 2 voucher per l’internazionalizzazione e 3 voucher per l’innovazione, per l’acquisizione di differenti tipologie di servizi specialistici forniti da aziende private o professionisti aventi sede legale in Italia o all’estero, ma che siano comunque registrati presso il “Catalogo dei fornitori” all’interno del portale “Innoveneto.org”.

La disponibilità dei voucher non è soggetta a scadenza, sono risorse già destinate e disponibili ma possono essere richiesti fino all’esaurimento delle risorse.

Voucher per l’acquisto di servizi per l’internazionalizzazione

Con il voucher internazionalizzazione si possono acquistare servizi di consulenza e assistenza per la pianificazione promozionale e strategica, il supporto normativo e contrattuale e l’affiancamento specialistico di un Temporary Export Manager (TEM).

I servizi che possono beneficiare del voucher saranno finalizzati, ad esempio:

  • all’elaborazione di piani per l’internazionalizzazione, di piani di marketing e di penetrazione commerciale nei mercati esteri;
  • all’ideazione, elaborazione e realizzazione di brand specifici;
  • alla realizzazione di studi fattibilità e/o information memorandum di investimento per lo sviluppo delle reti commerciali, distributive e assistenza post-vendita all’estero;
  • all’attività di ricerca di operatori/partner esteri e assistenza per l’organizzazione di incontri commerciali per l’inserimento dell’impresa o per l’ampliamento della presenza della stessa sui mercati esteri;
  • all’attività di analisi dell’affidabilità finanziaria di società estere;
  • al supporto in tema di alleanze, fusioni e acquisizioni con soggetti stranieri e nello studio e nella redazione di contrattualistica internazionale;
  • all’analisi degli aspetti legati alla fiscalità, aspetti tecnici doganali, aspetti legislativi e procedurali connessi all’import/export dei paesi target;
  • alla registrazione e/o implementazione di marchi e brevetti all’estero.

Puoi scaricare la tabella completa degli interventi ammissibili e del valore dei voucher qui →tabella voucher internazionalizzazione

Voucher per l’acquisto di servizi per l’innovazione

Il voucher innovazione agevola l’acquisizione di tutti quei servizi di consulenza e assistenza per l’innovazione tecnologica, strategica, il miglioramento organizzativo e le ricerche di mercato.

Esempi di spese e servizi ammissibili sono:

  • predisposizione di contratti c.d. di segretezza, di licenza, di know-how o di definizione del regime di proprietà intellettuale;
  • costi di preparazione, presentazione e trattamento della domanda finalizzati all’ottenimento e al deposito di strumenti di proprietà intellettuale quali marchi, brevetti, know how esclusivi, licenze, disegni e modelli di utilità;
  • test e prove di laboratorio finalizzati al percorso certificativo;
  • ricerca di soluzioni e tecnologie innovative finalizzate a razionalizzare i processi di progettazione, simulazione avanzata, modellazione, configurazione e messa a punto delle soluzioni innovative;
  • creazione, ricerca e sviluppo di nuove idee progettuali e di soluzioni tecnologiche e di design alternative.

Puoi scaricare la tabella completa degli interventi ammissibili e del valore dei voucher qui →Tabella voucher innovazione

Ma come funzionano nello specifico i voucher?

In sintesi, la procedura per l’ottenimento dei voucher si articola nelle seguenti fasi:

  • presentazione da parte della PMI beneficiaria della domanda di sostegno indicante la tipologia e il numero di voucher richiesti;
  • procedura valutativa a sportello da parte di AVEPA (Agenzia Veneta per i pagamenti in agricoltura);
  • a seguito di valutazione positiva della domanda di sostegno, vengono indicati numero e tipologia di voucher assegnati all’impresa;
  • al termine della realizzazione del servizio acquisito, il fornitore invia all’impresa beneficiaria la fattura con specifico riferimento alla prestazione svolta;
  • l’impresa procede al pagamento dell’importo della base imponibile non coperto dal voucher e dell’intero ammontare dell’IVA;
  • AVEPA provvede al versamento del valore economico del voucher direttamente al fornitore, per conto dell’impresa beneficiaria.

 

Le consulenti di analisi strategica e business plan di Hospitality Team, regolarmente accreditate come Temporary Export Manager nel portale “Innoveneto.org”, sono disponibili per predisporre la presentazione delle domande di sostegno alla Regione Veneto e per la fornitura dei servizi che sono finanziabili dai voucher.

Ricordiamo che è un’opportunità imperdibile per chi intende predisporre un business plan o un’analisi strategica, considerando il fatto che le consulenze richieste saranno rimborsate a fondo perduto al 50%.

Per ulteriori informazioni e per capire se il tuo progetto rientra negli interventi ammissibili e se è sostenibile in base al contributo, contattarci inviando una mail all’indirizzo segreteria@hospitalityteam.it, o telefonicamente ai numeri 380 1559100 (Dott.sa Lara Citon)366 5224792 (Dott.ssa Daniela Dall’Igna) oppure tramite la chat da questa pagina o dalla pagina Facebook.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.