Venezia Orientale: contributi a fondo perduto per turismo e artigianato

In arrivo oltre 500mila euro per i comuni della Venezia Orientale

Nuove opportunità per l’economia locale, per valorizzare il territorio e favorire l’occupazione nel settore turismo e artigianato.

Il GAL (Gruppo di Azione Locale) della Venezia Orientale mette a disposizione € 552.840,83 in forma di contributo a fondo perduto, per sostenere nuovi investimenti finalizzati alla creazione di nuova occupazione e alla vitalizzazione economica e sociale del territorio rurale, anche attraverso la nascita e lo sviluppo di attività extra- agricole sia produttive che di servizio.

Tale intervento è previsto all’interno del Programma di Sviluppo Locale PSL “Punti Superfici Linee nella Venezia Orientale” di VeGAL, che interviene per consolidare gli itinerari (costa-entroterra e costiero), valorizzando il paesaggio e il patrimonio rurale e per rispondere ad una crescente domanda di turismo «lento», «culturale» e «destagionalizzato».

In particolare le domande di aiuto relative al presente intervento devono riferirsi al progetto chiave PC01 “Itinerari” attivato nell’intento di mettere in risalto le principali valenze territoriali o “poli d’interesse” (le lagune, il paesaggio della bonifica, i centri storici, i boschi, i manufatti di maggior pregio e valore storico-testimoniale) lungo gli itinerari, come elementi di motivazione/attrazione turistica, favorendone la fruizione creando un contesto positivo per la nascita e lo sviluppo, lungo gli itinerari, di servizi ed imprese che generino nuove opportunità occupazionali.

Il riferimento, in particolare, andrà rivolto agli itinerari presenti nell’ATD del PSL di VeGAL: GiraLagune (lungo la Litoranea Veneta e l’itinerario Eurovelo-Adriatico), GiraTagliamento, GiraLemene e GiraLivenza (lungo i rispettivi fiumi).

Le attività previste sono finalizzate ad incentivare l’avvio di nuovi soggetti imprenditoriali e lo sviluppo di quelli esistenti, al fine di offrire nuove opportunità alle economie locali.

Beneficiari

Persone fisiche, micro e piccole imprese all’interno dell’Ambito Territoriale Designato (ATD) del GAL Venezia Orientale, che comprende i territori di 16 Comuni: Annone Veneto, Caorle, Cavallino-Treporti, Ceggia, Cinto Caomaggiore, Concordia Sagittaria, Eraclea, Fossalta di Portogruaro, Gruaro, Jesolo, Portogruaro, Pramaggiore, San Michele al Tagliamento, San Stino di Livenza, Teglio Veneto e Torre di Mosto.

I soggetti, al momento della presentazione della domanda, devono essere iscritti nell’Anagrafe del Settore Primario e non esercitare attività agricola sulla base dei codici ATECO riportati nella partita IVA.

Il supporto è fornito per investimenti diretti alla creazione e allo sviluppo delle seguenti attività extra agricole:

  • artigianali: nell’ambito delle aree individuate dal documento strategico sulla specializzazione regionale intelligente (smart specialisation) ad eccezione dell’agroalimentare;
  • turistiche: indirizzate ad accrescere la capacità dei territori di proporre un’offerta turistica aggregata ed integrata, legate al turismo rurale, al miglioramento della fruibilità del territorio rurale ed alla fornitura dei servizi turistici dello stesso, anche ai fini dell’ospitalità diffusa.

Interventi ammissibili

Gli interventi sono ammissibili per la creazione e lo sviluppo delle seguenti attività extra-agricole individuate dai codici ATECO riportati nell’allegato tecnico inserito nella documentazione del bando, quali:

  1. artigianali: settori del living, della meccanica e della moda;
  2. turistiche.

Tipologia di spese ammissibili

Sono ammesse le spese per la ristrutturazione ed ammodernamento di beni immobili rivolte a:

  • ristrutturare ed ammodernare fabbricati finalizzati alla realizzazione di stanze e/o locali per lo svolgimento delle attività e/o al loro adeguamento agli standard previsti dalle norme specifiche, anche ai fini dell’autorizzazione all’esercizio;
  • ampliamenti, nell’ambito di opere di ammodernamento o ristrutturazione dei fabbricati, necessari esclusivamente per gli adeguamenti tecnologici e igienico-sanitari, a volumi tecnici e per l’eliminazione delle barriere architettoniche come previsto dagli atti progettuali approvati dall’autorità competente;
  • sistemazione delle aree esterne che interessano l’attività;
  • acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature;
  • acquisto o sviluppo di programmi informatici, realizzazione di siti internet e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali.

Aliquote ed importo del contributo

L’aliquota dell’aiuto, in forma di contributo a fondo perduto, è pari al 40% della spesa ammissibile nel caso di ristrutturazioni ed ammodernamento dei beni immobili, ed al 35% per le altre tipologie d’intervento.

L’importo della spesa ammissibile non può essere inferiore a €15.000 né superiore a €140.000.

Gli aiuti verranno concessi in regime “de minimis”.

Termini di presentazione della domanda

La domanda di aiuto deve essere presentata ad AVEPA – Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura, entro il 6 giugno 2019.

Come possiamo aiutarti?

Hospitality Team può aiutarti a capire se la tua attività o la tua idea imprenditoriale possono essere agevolate dal bando, offrendoti inoltre un servizio di redazione e presentazione della domanda di sostegno.

Immagine copertina di Emanuele Esposito.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.