Contributi alle imprese del settore manifatturiero e dell’artigianato di servizi

,
bando a fondo perduto per le PMI

Uscito il nuovo bando della Regione Veneto con contributi a fondo perduto pari al 30% della spesa

Il nuovo bando regionale promuove i settori della produzione del sistema manifatturiero e dell’artigianato di servizi veneti, attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto per l’ammodernamento di macchinari e impianti, per l’introduzione di innovazioni tecnologiche, e per l’accompagnamento nei processi di riorganizzazione aziendale.

Vediamo i dettagli dell’agevolazione.

BENEFICIARI

Tutte le PMI attive, iscritte al Registro delle Imprese da più di 12 mesi, ma con specifici codici Ateco. Tra i possibili beneficiari rientrano ad esempio:

  • le attività manifatturiere;
  • gastronomie, gelaterie e pasticcerie;
  • parrucchieri/e, centri estetici, centri benessere;
  • installatori di impianti elettrici ed idraulici;
  • attività di trasporto e magazzinaggio;
  • attività di consulenza informatica e produzione di software;
  • attività di design e fotografia;
  • servizi per edifici, paesaggio e gestione rifiuti;
  • riparazione di beni per uso personale e per la casa.

QUALI SONO LE SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto, o all’acquisizione tramite leasing finanziario, di beni tangibili, di beni intangibili e per il sostegno all’accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale rientranti nelle seguenti voci:

  • macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale, comprese le relative spese di trasporto e installazione;
  • programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa, brevetti e know-how concernenti nuove tecnologie di prodotti, processi produttivi e servizi forniti;
  • spese per il rilascio di certificazioni di sistemi di gestione e processi di valutazione.

Inoltre sono ammissibili le consulenze specialistiche relative a:

  • servizi a supporto di logistica, marketing, contrattualistica, pagamenti, gestione interna ed esterna, gestione degli acquisti e dei rapporti con i fornitori;
  • implementazione di percorsi di eco-innovazione e percorsi di eco-design;
  • consulenza tecnologica, manageriale e strategica, che possono prevedere anche la figura del Temporary Manager e/o del Manager di rete.

IL CONTRIBUTO

L’agevolazione, nella forma di contributo a fondo perduto, è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione del progetto.

COME E QUANDO PRESENTARE LE DOMANDE

Le domande di partecipazione al bando sono presentabili esclusivamente per via telematica, entro i seguenti termini:

  • sportello A “Industria 4.0” (per interventi che prevedono spese per l’acquisto di macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale rispondenti al modello c.d. “Industria 4.0”): dalle 10.00 di martedì 9 luglio alle 17.00 di martedì 16 luglio 2019;
  • sportello B (per interventi che non prevedono spese relative al modello “Industria 4.0”): dalle 10.00 di giovedì 18 luglio alle 17.00 di giovedì 25 luglio 2019.

Non è consentita la partecipazione di una stessa impresa ad entrambi gli sportelli.

Contattaci senza impegno per capire se la tua impresa e il tuo progetto sono ammissibili al bando: ci trovi al numero 041 5371552 o all’indirizzo segreteria@hospitalityteam.it

bandi a fondo perduto

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.