strutture ricettive in ambienti naturali, Strutture ricettive in ambienti naturali del Veneto, Hospitality Team, Hospitality Team

Strutture ricettive in ambienti naturali del Veneto

da | Lug 22, 2021 | Business plan e strategia, News

Turismo esperienziale in Veneto? Sì, nelle strutture ricettive in ambienti naturali!

Avete mai sognato di alloggiare per qualche giorno in una casa sugli alberi? O in una palafitta? Ciò è possibile, da qualche anno, anche in Italia, poiché tali strutture sono divenute ormai veri e propri alloggi, al pari di hotel e case vacanze.

Oggi parliamo infatti delle strutture ricettive in ambienti naturali, in particolare di come sono definite e regolamentate dalla Regione Veneto.

Turismo esperienziale

Facciamo però un passo indietro, per farvi comprendere il motivo per cui la Regione abbia scelto di organizzare e definire requisiti ed adempimenti per l’apertura e la gestione di tale tipologia di alloggio.

La legge regionale n. 11/2013 “Sviluppo e sostenibilità del turismo veneto” individua, tra le principali finalità, lo sviluppo della qualità e dell’innovazione del prodotto turistico, la promozione dello sviluppo economico sostenibile, la valorizzazione delle risorse turistiche e la garanzia della fruizione del patrimonio territoriale ed ambientale.

Una particolare forma di fruizione turistica del patrimonio territoriale ed ambientale è data dal “turismo esperienziale”, che permette al viaggiatore di vivere un’esperienza nuova, diversa, unica, e di tornare a casa con un ricordo di un’attività che gli abbia fatto conoscere e vivere pienamente la tradizione di un luogo.

Per le imprese che operano nel settore del turismo, le caratteristiche ed esigenze del viaggiatore di oggi rappresentano delle importanti opportunità di crescita.

Tali imprese infatti, ideando un’offerta cucita sul proprio ospite, diversa rispetto a quelle offerte dalla concorrenza, e che offra un’autentica espressione del territorio e delle tradizioni storiche del luogo in maniera semplice e naturale, rappresenta una concreta possibilità di emergere nel mercato differenziando così il proprio prodotto dall’offerta dei competitors.

Ed ecco che tra i prodotti turistici innovativi in Italia, si segnalano le strutture ricettive “in ambienti naturali”, particolarmente compatibili con l’ambiente, che costituiscono uno dei vari modelli di turismo sostenibile.

Strutture ricettive in ambienti naturali in Veneto

In particolare, in Veneto, le strutture ricettive in ambienti naturali al momento sono 5:

a) gli alloggi galleggianti, o houseboat: alloggi galleggianti saldamente assicurati in modo permanente alla riva o all’alveo di fiumi e canali;
b) le case sugli alberi: alloggi collocati in posizione sopraelevata dal suolo nell’ambito di contesti arborei di alto fusto;
c) le palafitte: alloggi collocati stabilmente su superfici acquee;
d) le botti: alloggi realizzati all’interno di botti in legno;
e) le grotte: alloggi realizzati in cavità naturali.

Contatto con la natura e valorizzazione del territorio

L’alloggio in tali strutture è una chance per riconciliare l’uomo con la natura, alla scoperta del piacere di vivere in modo originale al di fuori del contesto urbanizzato per qualche giorno, regalando all’ospite la sensazione di libertà e di indipendenza che consente di ritrovare i valori essenziali.

Nello stesso tempo le strutture in ambienti naturali sono ideali per una vacanza tranquilla, in un alloggio confortevole che ha ben poco a che vedere con i rifugi improvvisati di una volta, ma nello stesso tempo si differenzia esteticamente dagli hotel od altre tipologie di strutture ricettive più classiche.

Inoltre, costituiscono una forma di ospitalità che contribuisce a valorizzare soprattutto quelle aree del Veneto di grande pregio paesaggistico e naturalistico, innalzando ulteriormente la competitività turistica della regione.

Se sei interessato a intraprendere questa attività

Per chi fosse interessato ad intraprendere un progetto che preveda la realizzazione di una struttura ricettiva in ambiente naturale, ecco qualche informazione utile:

  • L’immobile deve avere destinazione turistico ricettiva;
  • La struttura può avere capacità ricettiva non superiore a otto posti letto, suddivisi in una o più unità abitative (es. 4 unità abitative ciascuna con 2 posti letto);
  • L’unità abitativa è costituita da almeno una stanza da letto e da un bagno privato;
  • Il titolare può scegliere dotazioni e attrezzature che ritengono adeguate alla loro offerta turistica;
  • La progettazione architettonica, ambientale e paesaggistica, le caratteristiche costruttive e i materiali usati per le strutture ricettive in ambienti naturali dovranno essere ad ogni modo compatibili e adattabili con l’ambiente nel quale sono collocate.

Ti informiamo inoltre che, essendo strutture innovative che possono valorizzare il territorio ed incentivare il turismo, la loro realizzazione è spesso agevolata da contributi a fondo perduto o altri incentivi.

Per qualsiasi ulteriore informazione su tale argomento, contattaci pure senza impegno: qui trovi i nostri riferimenti. Con piacere possiamo supportarti nella realizzazione del tuo progetto innovativo!

Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulla pubblicazione di bandi a fondo perduto e su tutte le novità utili per la tua impresa?

Iscrizione avvenuta correttamente