case sugli alberi, Case sugli alberi in Veneto: definizione, regolamentazione e requisiti, Hospitality Team, Hospitality Team

Case sugli alberi in Veneto: definizione, regolamentazione e requisiti

da | Ago 4, 2022 | Business plan e strategia, News

Hai mai pensato di aprire una casa sugli alberi? Scopri come fare!

Chi quando era piccolo non ha mai sognato di avere una casetta sugli alberi da condividere con gli amici e crearsi un proprio spazio immersi nella natura lontano dalla realtà di tutti i giorni? Se il piccolo “barone rampante” che è in te vorrebbe aprire una attività di case su gli alberi, sei nel posto giusto. Da qualche anno è possibile aprire un’attività di case sugli alberi anche in Italia, poiché tali strutture sono divenute ormai dei veri e propri alloggi, al pari di hotel, case vacanze e attività turistico-ricettive dedicate all’ospitalità.

Oggi parliamo delle case sugli alberi, e nello specifico di come sono definite e regolamentate dalla Regione del Veneto.

Case sugli alberi: definizione

Partiamo dalla definizione di “case sugli alberi”, così come definita dalla regione del Veneto. Le case sugli alberi sono “alloggi collocati in posizione sopraelevata dal suolo nell’ambito di contesti arborei di alto fusto”. Già dalla definizione è possibile evincere la peculiarità dell’attività, capace di valorizzare l’originalità e l’innovazione della proposta turistica.

Cosa le rende davvero “speciale”? Le case sugli alberi sono una tipologia di struttura ricettiva capace di distinguersi notevolmente dalle ricettive tradizionali: riescono infatti ad attrarre un target di potenziali utenti che intercettano un trend di mercato in forte crescita e che vede un orientamento pronunciato sulle strutture ricettive in ambienti naturali. La peculiarità di questa struttura la rende un contesto singolare: completamente immerso in mezzo alla natura, al rumore delle foglie, al canto degli uccellini e altre attività secondarie le case sugli alberi si traducono in un posto di profonda condivisione e di ritrovo di una vitalità primitiva.

“Vorrei avviare un’attività di case sugli alberi”. Cosa mi serve per iniziare?

Innanzitutto quello che ti serve sapere è che:

  • L’immobile individuato deve avere una destinazione turistica ricettiva;
  • I titolari della struttura possono scegliere dotazioni e attrezzature che ritengono adeguate alla loro offerta turistica.

Dal punto di vista procedurale, sarà inoltre necessario:

  • Presentare domanda di classificazione alla Regione, su apposito modello regionale;
  • Presentare SCIA al Comune, nel caso di nuovo gestore;
  • Comunicare i dati statistici sugli arrivi e presenze degli ospiti, in forma aggregata per provenienza attraverso l’accesso ad un portale internet MT Web.
Quali caratteristiche deve avere la struttura?

La soluzione abitativa individuata deve essere costituita da almeno una stanza da letto e da un bagno privato. La struttura può prevedere al massimo 8 posti letto, distribuiti in una o più unità abitative, il cui numero massimo è pari a 8, ciascuna composta da una sola stanza con un letto.

Case sugli alberi in Veneto: tutti i requisiti necessari

Ecco alcuni punti fondamentali, individuati dalla Regione del Veneto, che è necessario tenere a mente prima di avviare l’attività:

  • L’ambito di contesti arborei ad alto fusto in cui realizzare le case sugli alberi è individuato appositamente dallo strumento urbanistico comunale;
  • Ogni casa sugli alberi è ubicata in una autonoma unità immobiliare che deve avere un proprio indirizzo e un proprio numero civico.

Per qualsiasi informazione su tale argomento, contattaci pure senza impegno: qui trovi i nostri riferimenti. Con piacere possiamo supportarti nella realizzazione del tuo progetto innovativo!

Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulla pubblicazione di bandi a fondo perduto e su tutte le novità utili per la tua impresa?

Iscrizione avvenuta correttamente