mobilità sostenibile

Sviluppo e gestione responsabile delle destinazioni turistiche

In questo periodo si discute molto di mobilità sostenibile e anche l’accoglienza turistica è chiamata a confrontarsi con le nuove esigenze di un turismo che preferisce muoversi con mezzi a basso impatto ambientale.

Considerando che l’impatto ambientale è uno dei temi che influenzano le scelte quotidiane, l’attenzione che si pone all’ambiente è sicuramente uno degli elementi che fa già la differenza nel momento della scelta di acquisto delle persone.

Anche le strutture ricettive quindi si stanno adeguando per l’accoglienza di un turista che ama spostarsi in libertà, con una concezione ambientale il meno possibile invasiva e cerca nel suo percorso relazioni sempre più centrate sull’aspetto umano e sulla sensibilità ambientale.

In questa ottica la mobilità elettrica è un modello di trasporto che si sta affermando, per ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente, massimizzando però l’efficienza e l’intelligenza degli spostamenti.

Mobilità sostenibile e domanda di mercato

In Italia siamo ancora un po’ lenti a recepire questo nuovo concetto di mobilità, ma è in atto una progressiva elettrificazione delle automobili e delle infrastrutture, considerando anche che la mobilità sostenibile è uno degli obiettivi strategici nei prossimi anni, per molti paesi.

Lentamente si stanno muovendo i passi per cambiare la struttura di base verso un nuovo turismo ad emissioni zero.

In questo contesto è di febbraio 2018 la firma del protocollo d’intesa tra il MIBACT ed ENEL per la “promozione e lo sviluppo dell’uso dell’energia elettrica per la mobilità sostenibile nel settore turistico”.

Il protocollo rappresenta una leva strategica per aumentare la consapevolezza di tutto il Paese sui benefici che derivano dalla diffusione della mobilità elettrica.

Esiste una domanda di mercato sensibile alla sostenibilità ambientale, soprattutto nel nord Europa, che merita di essere ascoltata per non rischiare di perdere una fetta di mercato interessante.

Intercettare questa domanda, adeguarsi ad un cambiamento mondiale a sostegno della sostenibilità ambientale, prepararsi ad accogliere un turista sempre più attento all’ambiente contribuirà allo sviluppo del comparto turistico migliorando la qualità dell’offerta.

Togliere l’ansia da batteria scarica.

Uniformandosi alle disposizioni europee, da gennaio 2018 i comuni italiani hanno dovuto adeguare il regolamento edilizio al D.Lgs 257/2016 che prevede punti ricarica per veicoli elettrici negli edifici di nuova costruzione, per un uso diverso da quello residenziale, ma per ottenere il rilascio del titolo abilitativo anche gli edifici oggetto di ristrutturazione sono chiamati a prevedere l’installazione di punti di ricarica per veicoli elettrici.

L’obiettivo del provvedimento è di adeguare il territorio con un numero sufficiente di punti di ricarica accessibili al pubblico entro il 2020, adeguamento che sarà fissato tenendo conto del numero stimato di veicoli elettrici circolanti.

È altresì vero che il turista che viaggia con l’auto elettrica sceglierà con più serenità già da subito, il territorio e le strutture ricettive che riescono a permettergli un’autonomia migliore.

È quindi importante per gli operatori turistici e gli albergatori confrontarsi con il nuovo concetto di mobilità sostenibile e farsi trovare pronto per essere intercettato da questa nicchia di mercato.

Le colonnine di ricarica intelligenti

Si definiscono intelligenti le colonnine di ricarica elettrica che permettono di tracciare il consumo e la distribuzione di ricarica.

Collegate in rete con la struttura ricettiva, attraverso un backoffice permettono di ottenere una serie di vantaggi, come: gestione degli utenti, fatturazione, errore remoto diagnostica, ecc. Le stazioni sono progettate per essere utilizzate come una pompa di benzina self-service senza supervisione.

Questo si traduce in una gestione intelligente, appunto, dell’energia disponibile. Erogando l’energia che è realmente disponibile in un determinato momento si evitano condizioni di sovraccarichi e dal proprio pc si gestiscono tutti i consumi erogati in ogni singola ricarica.

Amministrato con intelligenza, questo può tradursi in valorizzazione dell’offerta turistica in quanto la ricarica può diventare un incentivo in proposte od offerte per fidelizzare i clienti.

L’utilizzo di tecnologie informatiche per il controllo e la gestione remota della mobilità elettrica può diventare un volano per il turismo locale e faciliterà il movimento turistico dall’estero.

Ne abbiamo già parlato nel nostro precedente articolo sulle opportunità che genera organizzarsi per l’installazione stazioni di ricarica per le auto elettriche nelle strutture ricettive.

Il nostro staff è disponibile per presentare tutti i vantaggi e le informazioni utili per capire come adeguarsi in modo efficiente di stazioni di ricarica intelligenti da mettere a disposizione dei clienti.

Per ogni informazione non esitate a contattarci inviando una mail a segreteria@hospitalityteam.it o contattarci direttamente al numero 3290179888 (Giuseppe De Nardi).

Come scegliere un Sistema di Ricarica EV

Gli argomenti del blog

Seguici su Facebook