Contributo a fondo perduto per l’efficientamento energetico delle pmi

,
efficienza-energetica

Nuovo bando por-fesr 2014-2020 per la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni

Dal 15 aprile 2020 sarà possibile presentare domanda di contributo a fondo perduto alla Regione Veneto per progetti di efficientamento energetico delle imprese.
Il nuovo bando prevede infatti oltre 13 milioni di euro destinati alle PMI del Veneto che intendono realizzare interventi per la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti.
Ma vediamo, nella pratica, quali spese sono ammesse dal bando.

Le spese ammissibili

Nello specifico, le spese ammesse dal bando sono le seguenti:

  • Acquisto di macchinari, impianti, attrezzature, sistemi, componenti, eventuali relativi software di funzionamento, e spese di montaggio e allacciamento;
  • Opere edili ed impianti, anche per la produzione di energia da fonte rinnovabile, strettamente connessi e dimensionati rispetto al programma di investimenti, con relative spese di progettazione, direzione lavori e collaudo;
  • Spese tecniche per le diagnosi energetiche, indispensabili per la partecipazione al bando;
  • Spese per il rilascio delle certificazioni di gestione ambientale o energetica conformi EMAS e alle norme ISO 50001 e EN ISO 14001.

Alcune tipologie di spesa presentano soglie di ammissibilità.

Esempi di interventi

  • sostituzione di macchinari obsoleti con nuovi macchinari che comportino una riduzione dei consumi elettrici/termici rispetto alla situazione antecedente l’intervento;
  • installazione di sistemi e componenti (come motori elettrici, inverter, rifasamento, gruppi di continuità, sistemi di controllo) in grado di contenere i consumi energetici nei processi produttivi (con particolare riferimento ai settori “energy intensive”, al settore commerciale e al settore turistico);
  • installazione di dispositivi per il riutilizzo dell’energia o del calore recuperati dai cicli produttivi;
  • interventi “soft”, come l’installazione di impianti di sensoristica, di sistemi per la gestione e il monitoraggio dei consumi energetici e simili;
  • interventi diretti all’efficientamento energetico negli edifici delle unità operative, come l’installazione di infissi, isolanti, materiali per l’eco-edilizia, coibentazioni compatibili con i processi produttivi;
  • sostituzione degli apparecchi illuminanti, ricorrendo a tecnologie LED e/o installazione di dispositivi autonomi per il controllo dell’accensione, della regolazione e dello spegnimento dei corpi illuminanti (sensori di presenza, fotocellule, timer, ecc.).

Agevolazione concessa

Il contributo a fondo perduto previsto dal bando è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile, e può arrivare fino a €150.000 per ogni PMI.

Tempistiche e modalità

Le domande di contributo potranno essere presentate online dal 15 aprile 2020 al 10 settembre 2020.
I progetti ammessi all’agevolazione dovranno essere conclusi entro il 10 maggio 2022.
L’erogazione del sostegno al beneficiario potrà avvenire mediante anticipo, acconto e saldo, oppure direttamente a saldo, una volta portato a termine il progetto.

Cosa può fare Hospitality Team

Contattaci per verificare insieme a noi se il tuo progetto può essere agevolato dal nuovo bando!
Per ulteriori informazioni e per valutare l’opportunità di partecipazione, scrivici pure senza impegno all’indirizzo segreteria@hospitalityteam.it o chiamaci al numero 041 5371552.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *