voucher internazionalizzazione, Voucher internazionalizzazione CCIAA Ve-Ro per progetti di marketing internazionale e digitale, Hospitality Team, Hospitality Team

Voucher internazionalizzazione CCIAA Ve-Ro per progetti di marketing internazionale e digitale

da | Lug 15, 2021 | Bandi e agevolazioni, News

Nuovi voucher internazionalizzazione della CCIAA Venezia-Rovigo con contributo a fondo perduto

Dal 21/07/2021 le imprese iscritte alla CCIAA di Venezia-Rovigo potranno richiedere il nuovo voucher internazionalizzazione, che prevede un contributo a fondo perduto fino a €7.000 per servizi di consulenza, traduzione, acquisizione di tecnologie, beni e servizi.

Voucher internazionalizzazione: in cosa consiste?

Con tale iniziativa, la Camera di Commercio di Venezia Rovigo intende supportare le MPMI del proprio territorio in questo periodo d’emergenza, finanziando con contributo a fondo perduto la realizzazione di progetti di “Marketing Internazionale”.

Sono agevolate quindi quelle spese che favoriscono la penetrazione dei mercati esteri attraverso lo sviluppo di un piano strategico digitale, indirizzato a specifici Paesi target, per l’avvio o il consolidamento della presenza all’estero.

L’export potrà essere uno dei principali traini della ripartenza, ma è necessario che le imprese riescano ad adeguare i modelli di business ed organizzativi al nuovo scenario, in primo luogo accelerando i processi di digitalizzazione lungo la filiera produzione-commercializzazione.

L’obiettivo dei nuovi voucher internazionalizzazione è proprio sostenere le aziende in tale trasformazione, al fine di efficientare l’offerta dei servizi e prodotti nella nuova modalità.

Gli ambiti d’intervento

Con il presente bando vengono finanziati i seguenti progetti:

a) sviluppo di canali di promozione e commercializzazione digitale, attraverso l’accesso delle imprese a piattaforme di e-commerce internazionali (B2B e B2C), la realizzazione di campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua estera, e l’utilizzo di forme di smart payment;

b) lo sviluppo delle competenze interne attraverso l’appoggio di un temporary export manager (TEM) e digital export manager;

c) l’adozione di modelli di “virtual matchmaking” (incontri tra imprese), che possano sostituire la partecipazione a fiere o altri eventi simili all’estero (sia in Paesi UE, sia extra Ue) o anche a fiere internazionali in Italia.

Le spese ammissibili

Nello specifico, le spese ammissibili riguardano:

a) servizi di consulenza specifica di export digital manager per la realizzazione di piani strategici e campagne marketing digitali finalizzate alla penetrazione di mercati target, all’incremento della presenza nelle piattaforme e-commerce, all’integrazione di canali di marketing online;

b) servizi di consulenza da parte di temporary export manager (TEM) per analisi e ricerche sui mercati esteri, individuazione e acquisizione di nuovi clienti, assistenza nella contrattualistica per l’internazionalizzazione, incremento della presenza nelle piattaforme e-commerce, integrazione dei canali di marketing online, gestione evoluta dei flussi logistici;

c) servizi di traduzione per la presentazione on line dei propri prodotti e/o servizi di assistenza alla clientela estera;

d) acquisizione di tecnologie per la gestione digitale dell’offerta dei propri prodotti/servizi, purchè riferiti a Paesi esteri;

e) acquisto di beni e servizi strumentali alla realizzazione degli interventi indicati alla lettera a);

f) acquisto di beni e servizi strumentali alla realizzazione di modelli di “virtual matchmaking”.

Sono in ogni caso escluse spese per l’acquisto di hardware (pc, tablet, stampanti, ecc.).

Le spese sono ammesse se sostenute dal 1/01/2021 fino al termine della scadenza della rendicontazione, purché tali spese siano riferite al 2021.

L’agevolazione

Le risorse stanziate dalla Camera di Commercio a disposizione ammontano a euro 223.412, equamente ripartiti tra MPMI appartenenti ai Distretti Industriali del Veneto e alle Reti di Innovazione Regionale (misura A) e MPMI non facenti parte di distretti o RIR (misura B).

I voucher hanno un importo unitario massimo di euro 7.000, e coprono fino al 70% delle spese ammissibili.

Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità aggiuntiva di euro 250.

Normativa europea di riferimento e cumulo

Gli aiuti sono concessi ai sensi della sezione 3.1 “Aiuti di importo limitato” della Comunicazione della Commissione “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” del 19/03/2020 (G.U. del 20/03/2020) e successive modificazioni.

Sono cumulabili, per gli stessi costi ammissibili:

– con altri aiuti di cui al “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”;

– con aiuti “de minimis” o concessi ai sensi di un regolamento di esenzione, a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme relative al cumulo previste da tali regolamenti.

Presentazione della domanda

Il voucher può essere richiesto online dal 21/07/2021 fino ad esaurimento fondi, e comunque entro il 06/08/2021. Sono necessari un indirizzo pec e il dispositivo per la firma digitale del legale rappresentante.

La procedura valutativa avverrà secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Per capire se puoi richiedere il voucher internazionalizzazione per la tua impresa, contattaci senza impegno all’indirizzo segreteria@hospitalityteam.it o al numero 041 5371552 (dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.30).

Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulla pubblicazione di bandi a fondo perduto e su tutte le novità utili per la tua impresa?

Iscrizione avvenuta correttamente